Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Ordine dei Consulenti del Lavoro Consiglio Provinciale di Palermo | 25 Gennaio 2021

Scroll to top

Top

Le 5 ragioni per cui i giovani scappano dall’Italia (e non tornano) – Lavoro, burocrazie e diritti civili.

Niente di nuovo: si scappa all’estero perché “qui non c’è lavoro”. Più della metà degli intervistati che hanno trasferito la residenza fuori dall’Italia, il 51,4%, parla della “possibilità concreta di trovare un lavoro”. Se ci si riferisce a scatti di carriera o alternative professionali, la percentuale cresce fino al 67,9%. Una minoranza del 5,3% è alla ricerca attiva di un contratto. Nella maggioranza di chi ha già trovato un impiego (72%), il 57,1% lavora per aziende o organismi internazionali e il 5,7% è assunto nella sede “international” di società italiane e/o con sede fiscale in patria. Crescono i liberi professionisti: il 9,2% degli intervistati, quasi uno su dieci, lavora in proprio o dirige un progetto imprenditoriale. Sempre che non la crei dal nulla, come nel caso delle centinaia di start up nate in Italia e volate tra Londra, Asia e California a caccia di regimi fiscali meno stringenti e/o incentivi alla ricerca.
Fonte (Il Sole 24ore)

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
X