Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Ordine dei Consulenti del Lavoro Consiglio Provinciale di Palermo | 20 Maggio 2022

Scroll to top

Top

Dichiarazioni 2014, ecco le scadenze da ricordare

In vista della campagna fiscale, si riepilogano le scadenze delle dichiarazioni 2014 (anno imposta 2013).
Il primo appuntamento riguarda il modello 730/2014, che deve essere presentato ai Caf o ai professionisti abilitati entro il 3.6.2014.
La seconda scadenza è prevista invece per il modello 770/2014 (sia ordinario sia semplificato), che deve essere trasmesso entro il 31.07.2014. Il 30.09.2014, invece, è il termine per tutte le altre dichiarazioni: Unico PF, Unico SP, Unico SC, Iva ed Irap. Per i soggetti diversi dalle persone fisiche, tenuti alla presentazione del modello Unico SC, la scadenza è mobile e dipende dalla data di chiusura del periodo d’imposta, il termine infatti è l’ultimo giorno del nono mese successivo alla chiusura del periodo d’imposta.
Le scadenze dei dichiarativi 2014:
a) Modello 730/2014, 30.04.2014
consegna al sostituto d’imposta
31.05.2014, che slitta di fatto al 3.06.2014, consegna al Caf/professionista 30.06.2014, trasmissione telematica delle dichiarazioni da parte dei caf, intermediari o sostituti.
b) Modello 770/2014, 31.07.2014
c) Mod. Unico PF/2014, 30.09.2014 telematico, 30.06.2014 cartaceo.
d) Mod. Unico SP/2014, 30.09.2014
e) Mod. Unico SC/2014, Esercizio coincidente con l’anno solare
30.09.2014.
f) Mod. Unico SC/2014, Esercizio non coincidente con l’anno solare,
Ultimo giorno del 9° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.
g) Mod. Irap/2014, 30.09.2014
h) Mod. Iva/2014, 28 febbraio 2014, Autonoma per evitare la presentazione della Comunicazione dati Iva, Dal 01.02.2014 al 30.09.2014 Autonoma per usufruire della compensazione del credito Iva
30.09.2014 (Unificata).
Modalità di presentazione
Il modello 730 è l’unico modello dichiarativo che il contribuente non deve trasmettere personalmente all’Agenzia delle Entrate, in quanto a questo ci pensano, a seconda dei casi, il datore di lavoro o l’ente pensionistico o l’intermediario abilitato;
Il modello Unico PF è l’unico modello che il contribuente, in certi casi può presentare con modalità cartacea, anziché telematica, presso gli uffici postali. In particolare ciò è possibile nei seguenti casi:
1) contribuente che pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il mod. 730, non può presentare il mod. 730;
2) contribuente che pur potendo presentare il mod. 730, deve dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del modello UNICO (RM, RT, RW, AC);
3) contribuente che deve presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti;
In tutti gli altri casi le dichiarazioni devono essere presentate telematicamente, direttamente o tramite intermediario abilitato.
Fonte ( Fisco e Tasse)

Fonte ( Fisco e Tasse)

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
X