Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Ordine dei Consulenti del Lavoro Consiglio Provinciale di Palermo | 13 novembre 2018

Scroll to top

Top

Contratti a termine liberi addio

Il nuovo contratto a termine entra a regime. Dal 1° novembre, dopo un periodo transitorio di tre mesi, tutti i rapporti a tempo determinato, quelli in corso e quelli futuri, dovranno seguire le regole del Decreto Dignità (dl n. 87/2018 convertito dalla legge n. 96/2018). In base a tali regole, per una durata fino a 12 mesi, il datore di lavoro è libero di assumere a termine e non deve dare giustificazioni, purché si tratti della prima assunzione a termine o della proroga della prima assunzione a termine. Se l’assunzione prevede una durata superiore o se il limite di 12 mesi è superato con la proroga o, ancora, se si tratta di fare una seconda assunzione a termine con lo stesso lavoratore già assunto a termine (non importa per quale durata), in tutti questi casi sarà sempre necessario giustificare il termine, che peraltro non potrà mai superare 24 mesi.
Violare queste regole comporta la conversione del rapporto a tempo indeterminato.
(Fonte: Min. Lav.)
(Autori: AM)

X